Il “social network” Path, ancora sconosciuto in Italia ha raggiunto i 9 milioni di utenti (un milione solo nell’ultima settimana).
Il successo improvviso di questa piattaforma, esclusivamente basata sul mobile, combina il meglio di Facebook, Twitter e Instagram in una singola applicazione disponibile per iPhone/iPad e Android.

Inizialmente rilasciato in USA nel novembre 2010 solo per iPhone, nacque come piattaforma di photo-sharing limitato, la sua fortuna è stata includere le funzioni di messaggistica in stile WhatsApp. L’icona ricorda molto Pinterest.

Dave Morin , CEO di Path, ha sottolineato che questo nuovo social network offre qualcosa che va al di là di ciò che Facebook offre ai suoi utenti: l’intimità:

Volevamo costruire un social network per incentivare il rapporto con gli amici e la famiglia a un livello più profondo.
Nel percorso l’idea è di non avere un gran numero di amici o seguaci, ma un piccolo numero di quelli più intima e stretta. Questo è ciò che distingue percorso conosciuto finora, e così egli ha offerto ai clienti come il social network più intimo e personale.

L’ho provato negli ultimi giorni e devo ammettere che ha i suoi punti di forza. Il primo e che se si vuole tenersi in contatto con amici e parenti stretti con cui condividere musica, foto e qualsiasi cosa si stia facendo è l’ottimale, notevolissima l’interfaccia che rappresenta lo stato dell’arte in questo genere di applicazioni, al pari di Google Plus. Dimenticatevi la folla di Facebook e Twitter, la dimensione in cui ci si muove è molto intima, più simile ad un gruppo di WhatsApp superaccessoriato con gadget di ogni tipo, dopo aver incluso qualche vostro amico vi accorgerete immediatamente che per una gratificante esperienza d’uso è meglio non avere più di qualche decina di (veri) amici.