Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

skande 9 ON LINE 3 settembre 2014

Scegli una pagina:
Scroll to top

Top

Vendere con i social network? Si può fare!

Vendere con i social network? Si può fare!
Riccardo Scandellari

Se c’è un ritorno dell’investimento, nelle operazioni di visibilità con i social network, è una delle domande classiche che un imprenditore fa a chi li propone come canali di promozione. Shopify, uno dei migliori servizi per la creazione di e-commerce al mondo con ben 70.000 clienti, ha realizzato un’analisi attraverso la documentazione in loro possesso. Generando un’infografica grazie all’analisi di 37 milioni di pagine raggiunte attraverso i social media, in cui sono stati registrati 529 mila ordini. Una media di un ordine ogni 70 visite sul prodotto.

I dati indicano che Facebook è la piattaforma da cui partono l’85% delle vendite. La sua incidenza è particolarmente evidente nei settori come la fotografia (98%), sport (94%) e gli accessori per animali domestici (94%). Tuttavia, va notata che l’influenza di altri canali sociali come Pinterest (sono statistiche composte da e-commerce made in Usa), in cui è fortissimo nella vendita di oggetti d’antiquariato e da collezione (74%), libri e riviste (29%). YouTube si mette in luce attirando clienti sui prodotti digitali (47%), servizi (36%) e automotive (26%). In coda Twitter, in cui sembra più utile per articoli per la casa e l’ufficio (18%), giardinaggio (13%) e regali (13%).

La capacità dei social media di essere d’aiuto nelle decisioni di acquisto è in aumento. Durante la prima metà del 2013, è stato osservato un aumento del 17,8% dei profitti riconducibili al traffico web generato dai social network. Questi utenti sono anche più attivi e predisposti rispetto a chi non li utilizza. Una recente ricerca di Nielsen indica che il 70% di loro acquista online, ben 12% in più rispetto all’utente medio di Internet. 

Molte aziende stanno prendendo confidenza con gli adv di facebook che creano in autonomia e questo si vede in termini di aumento del fatturato. Ovviamente queste promozioni funzionano solo che le pagine di atterraggio sapranno essere veramente coinvolgenti, rassicuranti e il prezzo in linea con le aspettative del cliente. Il web marketing non si limita alla creazione di un post sponsorizzato.

social commerce

Le fotografie di questo blog sono offerte per gentile concessione da SHUTTERSTOCK

Commenti

  1. jerry

    Io credo che continuare a prendere articoli da oltre oceano e non sondare il proprio mercato sia controproducente, i consumer “italiani” hanno altre abitudini sul web e di conseguenza i dati esposti sul post “l’85% delle vendite parte da Facebook” lascia il tempo che trova, non ve ne faccio una colpa, ma certamente tradurre e postare è più semplice che studiare e valutare, ciò non toglie che facciate un lavoro molto importante su Skande.com.

    • Riccardo Scandellari

      Tutti i dati vanno presi con la dovuta attenzione. Per “l’85% delle vendite parte da Facebook” significa che nella somma di tutte le vendite generate dai SN l’85% arriva da FB ;)