Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

skande 51 ON LINE 17 aprile 2014

Scegli una pagina:
Scroll to top

Top

Qual è la giusta quantità di tweet?

Qual è la giusta quantità di tweet?
Riccardo Scandellari

TrackSocial ha fatto alcune ricerche riguardo l’attività su Twitter di grandi marchi, per capire la corrispondenza tra il numero di tweet inviati e la risposta via retweet, ovvero la fortemente cercata interazione e diffusione dei messaggi (engagement).
La prima cosa analizzata è stato confrontare il rapporto crescente, tra numero di Tweet e risposta in retweet. Forse non sorprende che una bassa frequenza di invio non è inefficace.

Le migliori performance si ottengono quando il marchio manda messaggi almeno 2/5 volte al giorno (il 300% rispetto ad una sola volta al giorno).

“Twitter è un canale ad alto volume, se non si scrive abbastanza per farsi notare è inutile sprecare tempo”.

La reazione ai Tweet decade dopo il quinto messaggio, è evidente il drop-off nella risposta, con conseguenti rendimenti decrescenti.

A mio avviso questo accade perché le buone idee per il Tweet non nascono come funghi, tranne in casi di talento del Sociel Media Manager particolari, insistere con messaggi sempre simili o poco interessanti alla lunga stanca chi ci segue.

Commenti