Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image

skande 40 ON LINE 16 aprile 2014

Scegli una pagina:
Scroll to top

Top

Facebook: comprendere l'Edgerank

Facebook: comprendere l’Edgerank
Riccardo Scandellari

facebook-edgerank
Una domanda che viene posta spesso ai più esperti del maggiore social network mondiale è come mai alcune utenze e pagine Facebook hanno maggiori interazioni (misurabili in like e commenti) ed altre non vengono quasi considerate, creando molti “mal di pancia” a social manager e titolari di piccole aziende poco informati sulla materia.
Partiamo da un presupposto: Facebook ha due principali priorità.

  1. Creare una piattaforma sociale interessante per gli utenti facilitandoli nel ritrovare informazioni, post e notizie di amici o interessi affini in modo da rendere la loro permanenza piacevole e farli ritornare continuamente.
  2. Fare soldi. Il colosso di Mark Zuckerberg “possiede” gli utenti e il modo per fare arrivare il vostro messaggio a tutti ma non gratuitamente, se vorrete propagarlo dovrete pagare.

facebookProprio come Google fa con il PageRank, Facebook modifica spesso il suo algoritmo che regola le News Feed (ovvero le notizie che vedete in home page o sul cellulare nella sezione “Notizie”), l’EdgeRank, cambiando il peso dei fattori per cercare di aumentare il coinvolgimento e la soddisfazione generale.  

Come in tutti gli algoritmi, conoscendoli, si possono forzare alcuni comportamenti per ottenere risultati migliori e non affidati al caso.

I 5 fattori che influenzano i news feed sono:

  1. Se avete interagito con i messaggi di un autore precedentemente: ad esempio se vi piacciono spesso i post da una Facebook, in quel caso appariranno in home page spesso notizie da quella pagina. L’immagine sopra ipotizza l’algoritmo in cui l’affinità della pagina è una delle variabili più importanti; ad esempio nelle news è più probabile che vedrete gli aggiornamenti dei vostri amici e della fidanzata piuttosto che la pagina fan di Ikea.
  2. Le reazioni di altre persone su un determinato post: se in molti hanno interagito (flame) perché il post ha suscitato polemiche o apprezzamenti è più probabile che la piattaforma lo metta in risalto perché il contenuto è interessante.
  3. La vostra interazione con i messaggi dello stesso tipo in passato: se avete apprezzato foto precedentemente provenienti da quella pagina o utenza, c’è una maggiore possibilità di vedere foto inviate da una pagina.
  4. Se un post specifico ha ricevuto denunce da altri utenti che l’hanno visto, o la pagina che ha postato ha ricevuto denunce in passato, avrete meno probabilità di vedere i suoi post. Questo fattore è stato potenziato dal mese di settembre 2012.
  5. L’algoritmo tiene conto dell’età delle interazioni, il cui valore diminuisce man mano che invecchiano: se i vostri fan hanno molti amici e molte pagine a cui sono abbonati invecchiano molto velocemente

interessiPer ottenere la maggiore esposizione nelle news feed quindi si dovranno postare argomenti di sicuro successo virale, possono essere i famosi gattini o polemiche che attirino l’attenzione, stando ben attenti a non urtare troppo la sensibilità (ad esempio con argomenti sulla religione o sesso) di chi vi segue che potrebbe segnalare la pagina o lamentarsi rendendovi la vita nei feed difficile e in salita.

Un altro trucco consiste nel convincere i vostri fan ad andare nell’angolo superiore destro della vostra pagina e quindi fare clic su ‘Aggiungi alle lista degli interessi’. Nel prossimo futuro sarà disponibile (alcuni utenti già la possiedono), chiedete ai vostri fan di ricevere le notifiche dalla pagina. In questo modo sarete garantiti nella effettiva visibilità.

Questo per rimanere nel lecito, alcuni utilizzano trucchi non consentiti da Facebook molto più “performanti” che la piattaforma non vede di buon occhio e potrebbe bannare chi le esegue con conseguente danno d’immagine e mandando in fumo mesi di duro lavoro.

Commenti

  1. e come Google fa con Pagerank, anche edgeRank a volte e’ difficile da comprendere.

    A volte pubblico aspettandomi certi risultati di Reach e vedo che il post langue, visto da pochi o nessuno….